Consigli di lettura

 

Letture - Colloqui 2020

I nostri relatori

Mario Agostinelli, Coronavirus ed Emergenza climatica, Castelvecchi 2020.

Isabella Alloisio, Climate Change mitigation, a cura di Walter LEAL FILHO ed altri, Climate action: encyclopedia of the UN sustainable development goals, Cham: Springer, 2019.

Stefano Caserini, Il clima è (già) cambiato. Nove buone notizie sul cambiamento climatico, Edizioni Ambiente 2019.
"Il clima è (già) cambiato" fa il punto sui progressi e le battute d'arresto che si sono alternati negli ultimi tre anni nella complicatissima e maledettamente grave faccenda del riscaldamento globale. Perché se è vero che il tempo è sempre più scarso è anche vero che, come scrive Stefano Caserini, "la storia di come gli esseri umani del XXI secolo hanno cambiato il clima del pianeta è in buona parte ancora da scrivere. Le scelte che faremo nei prossimi decenni contano assai".

Susanne Elsen, Eco-Social Transformation and Community-Based Economy, Routledge 2019.
Eco-Social Transformation and Community-Based Economy provides a transdisciplinary conception of community based socially productive approaches to eco-social transformation and sustainability. It demonstrates through a variety of case studies the creative power of local embeddedness, diversity and cooperation. (In inglese)

Enrico Giovannini, L’utopia sostenibile, Editori Laterza 2018.
Per costruire un futuro migliore ci serve un'utopia. Un'utopia sostenibile. È la via maestra che Enrico Giovannini indica per il raggiungimento entro il 2030 degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Continuare a pensare e ad agire come nel passato vuol dire far precipitare il nostro mondo in una profonda crisi ambientale, economica, sociale. È richiesto l'impegno di tutti e un profondo cambiamento del modo in cui leggiamo e affrontiamo i problemi che ci circondano.

Matthias Horx, Si può essere ottimisti?
Come la crisi del Corona può cambiare in nostro comportamento verso il futuro e il mondo

Graeme Maxton,
Jorgen Randers, Reinventare la prosperità: Come usare la crescita economica per ridurre disoccupazione, disuguaglianze e fermare i cambiamenti climatici, Edizioni Ambiente 2020.
Il sistema politico ed economico globale, nonostante 30 anni di crescita sostenuta, ha di fronte una duplice sfida. Da un lato, il rischio di un collasso sociale innescato dalle disuguaglianze e da livelli di disoccupazione crescenti, dall’altro, la catastrofe ecologica causata dai cambiamenti climatici e dalla distruzione della biodiversità. In Reinventare la prosperità Graeme Maxton e Jorgen Randers avanzano tredici proposte che sfidano le idee economiche prevalenti e dimostrano come ridurre disuguaglianze e disoccupazione, riportando lo sviluppo entro i limiti dei confini ecologici del nostro pianeta.

Intervista di Karl-Ludwig Schibel con Graeme Maxton versione pdf.

Lorenzo Pagliano, qui il suo blog.

Altri autori

Amitav Gosh, La grande cecità: Il cambiamento climatico è impensabile, Neri Pozza editore 2017.
Rimane un’opera importante sul fallimento immaginativo e culturale che sta al cuore della crisi climatica. Merita di essere letto e riletto.

Charles Eisenstein, Climate, A New Story, North Atlantic Books 2018.
Il libro di Charles Eisenstein è forse la pubblicazione recente più importante sul tema. Inoltre si legge molto bene. Uno stile personale, a volte ironico trattando un tema molto serio: lui sposta l’attenzione da una visione riduzionista di solo guardare la mitigazione delle emissioni di CO2 e una mentalità meccanicistica quantitativa a un approccio olistico radicato in una visione gaia. (In inglese)

 

--- ---

Letture - Colloqui 2019

Richard Powers, Il sussurro del mondo, La nave di Teseo, 2019.
The Overstory, il libro per il quale Richard Powers ha preso il Pulitzer Price di quest’anno adesso è uscito in italiano. Una lettura quasi obbligatoria per chi verrà ai Colloqui di Dobbiaco 2019. Dalla motivazione del Premio Pulitzer per la Narrativa: “Un romanzo dalla costruzione geniale, rigoglioso e ramificato come gli alberi di cui racconta: la meraviglia della loro interazione evoca quella degli uomini che vi vivono accanto.” Un gioiello!

I nostri relatori

Daniele Zovi, Alberi sapienti antiche foreste. Come guardare, ascoltare e avere cura del bosco, UTET 2018
La nostra visione del mondo è strenuamente antropocentrica e l’idea che abbiamo dell’intelligenza è cerebrocentrica, ovvero, per semplificare, se non c’è cervello, e indubbiamente le piante ne sono prive, non c’è nemmeno capacità di intendere e di volere. Ma sarà vero?
Se si sta dentro un bosco in posizione di ascolto, prima o poi si avverte, si intuisce la presenza di un flusso di energia che circola tra i rami, le foglie, le radici. Talvolta è un sussurro, altre volte strepiti e grida. E come se le piante parlassero tra loro.
Come introduzione al pensiero di Andreas Weber consigliamo un’intervista del 2014, pubblicato da Salto.bz, Pensare radicale e amare il mondo.

Paola Cosolo Marangon, Fai della natura la tua maestra, La relazione bambino-natura per crescere fuori e crescere dentro, Erickson 2017
Questo libro stimola gli adulti a far fare esperienze di Natura ai più piccoli, a imparare a guardarsi attorno, a entrare in relazione con un mondo meraviglioso che ha bisogno di essere amato e rispettato. Ma è anche un libro che vuol attivare la riflessione personale per un percorso individuale dove la Natura è metafora della vita stessa: Natura come Madre della quale non possiamo fare a meno.
La versione pdf può essere scaricata qui.

Paola Cosolo Marangon "La donna che rincorreva le nuvole", Biblioteca dell’immagine, 2013. Un brano è scritto da un faggio in prima persona.

Ulrike Tappeiner vedi sotto le pubblicazioni in lingua inglese

MENÜ