Siamo in lutto per Stephan Kohler

 

I Colloqui di Dobbiaco piangono la perdita di Stephan Kohler, venuto a mancare il 31 ottobre all'età di 67 anni. Quale membro di lunga data del comitato scientifico dei Colloqui di Dobbiaco, ha svolto per molti anni un ruolo decisivo nel dare forma alla nostra iniziativa. Non solo ha contribuito per decenni ai temi e contenuti dei Colloqui, ma è stato anche profondamente legato a Dobbiaco, alle Dolomiti, all'Alto Adige e alle montagne, che sovente lo hanno visto intraprendere impegnative escursioni e arrampicate con molti amici del luogo.

Kohler ha iniziato la sua carriera professionale presso il TÜV della Baviera, dipartimento di tecnologia nucleare e protezione dalle radiazioni, quindi è passato a MAN, New Technologies e infine alla Hoch Temperatur Reaktorbau GmbH a Mannheim. Questa esperienza professionale lo ha reso un convinto oppositore dell'energia nucleare e lo ha portato nel 1981 a diventare collaboratore dell'Öko-Institut di Friburgo, dove due anni dopo ha assunto la guida del dipartimento dell'energia. Con il suo dipartimento, nei primi anni ’80, ha gettato le basi programmatiche per la Energiewende, la transizione energetica tedesca. Nel 1991 è diventato amministratore delegato della neonata Agenzia per l'Energia della Bassa Sassonia e membro del consiglio di amministrazione dell'Öko-Institut Freiburg. Dal 2000 al 2014 ha poi guidato la neonata Agenzia Tedesca per l'Energia (dena). In questi due decenni e mezzo è stato una figura centrale nell’evoluzione della politica energetica e climatica tedesca. Nel preparare la sua relazione di apertura ai Colloqui di Dobbiaco 2020, ha auspicato una discussione aperta sulle tecnologie e i processi per ridurre le emissioni di CO2, inclusi la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCS), ma anche una maggiore attenzione alle "tecnologie decentralizzate e innovazioni che possano aiutare a ridurre le emissioni di CO2. Ma per questo dobbiamo fornire l'infrastruttura per poter sviluppare sistemi intelligenti ”. In realtà abbiamo avuto questa discussione ai Colloqui alla fine dello scorso settembre, senza Stephan, ma nella speranza di poter riprendere presto il discorso con lui. Siamo profondamente addolorati per la perdita di un amico che ha lottato con passione ed impegno per un progresso ecologico.

MENÜ